personae cover

personae back

Anticipazioni:

Recensioni:

 

Babel Aldilà - Bellinzona, 14-17 settembre

C’è vita dopo la morte? E com’è, quanto dura, e in compagnia di chi? Alcune tra le voci più autorevoli in materia, gli scrittori, esperti di immaginari, rispondono alle domande sull’eterno e dintorni.

babel bellinzona

Oltre i confini della parola

Babel, per la sua dodicesima edizione, si spinge nell’aldilà.

Domenica 17 settembre h 18 Bellinzona Teatro Sociale
Franco Buffoni – PERSONAE

Dopo l’attacco al teatro dove era in corso il concerto-revival del gruppo rock dal grande passato, quattro personaggi “ritornanti” discutono tra loro sullo sfondo del lapsus di un cronista tv: “I quattro sono morti in modo non grave”. Poiché la tv non può mentire, per qualche istante fino alla rettifica, i quattro “revenant” tornano vivi. Quei pochi istanti si schiudono in un dramma in cinque atti e un prologo con Narzis, professore di filosofia alsaziano, quarant’anni, sposato con Endy, tecnico informatico ex operaio, trent’anni: hanno due bambini nati in Canada tramite GPA, ed è la prima sera che li affidano alla baby sitter. Veronika, biologa ricercatrice di origini ucraine; Inigo, cinquant’anni, prete lefebvriano, vive in una confraternita intitolata a Dominique Venner, l’uomo che si suicidò a Notre Dame per protestare contro il matrimonio gay. I quattro personaggi sono dei “già morti” che si comportano per l’ultima volta da vivi. I fitti drammatici dialoghi che tra loro intercorrono mettono in scena le loro esistenze e anche le contraddizioni della nostra epoca, con continui e inattesi rivolgimenti nella trama dell’opera. 

“Personae è una polifonia dall’Aldilà” (Vanni Bianconi)

babel festival ch 1

babel festival ch 2

babel festival ch 3

Personae a Roma con Claudio Damiani

roma damiani foto 1

roma damiani foto 2

roma damiani foto 3

roma damiani foto 4

roma damiani foto 5

roma damiani foto 6

A pensarci bene, il teatro in versi era uno sbocco prevedibile per il tipo di lavoro che negli ultimi anni hai fatto. Le dramatis personae come detentori di una 'posizione' anche ideologica nel mondo...

Paolo Giovannetti

Mi fa piacere leggere Personae. Mi interessa la questione del macrotesto - tra libro di poesia, romanzo in versi e forma drammatica - su cui vorrei tornare prossimamente negli studi e nell'insegnamento.

Niccolò Scaffai

Ho letto con grande partecipazione Personae, e anche meraviglia per l'inesausta vitalità con cui riesci sempre di nuovo a reinventare la tua scrittura trovando nuove forme espressive, questa volta nel medio di quella che mi sembra una operetta (in senso leopardiano) filosofica che riesce a ibridare il registro colto della citazione con l'urgenza del presente, trovando dei personaggi mobili, non stereotipati, che esprimono una loro ambivalenza costitutiva.

Italo Testa

“Personae”: un testo, come al tuo solito, di grande suggestione e profondità concettuale.

Arturo Mazzarella

A prima lettura mi sembra un capolavoro.

Simone Giusti

Je viens de finir la lecture de Personae. C'est un texte fort. Bien d'autres lectures ont dû déjà te dire qu'ils avaient été, comme moi, saisis par Personae. As-tu des perspectives de mise en scène?

Franck Merger

“Ho letto il tuo bellissimo Personae. Con quale scioltezza metti in scena la storia, la realtà, il suo dilemma.”

mg Calandrone

“Personae è una polifonia dall’Aldilà”

Vanni Bianconi